Settembre 2006


Sono ormai ampiamente confermate in numerosi studi clinici controllati, l’efficacia e la sicurezza dell’immunoterapia specifica con aeroallergeni per via sublinguale (SLIT), se rigorosamente rispettate le indicazioni e utilizzati dosaggi appropriati di estratti standardizzati.

(continua…)

Trattamento antibiotico

(continua…)

La terapia di base della dermatite atopica (DA) dovrebbe comprendere una ottimale cura della cute per il difetto della funzione barriera della stessa con il regolare impiego di emollienti ed idratazione della pelle insieme con l’identificazione e l’evitamento dei fattori scatenanti specifici ed aspecifici. Gli irritanti non specifici comprendono le sostanze che vengono a contatto con la cute come gli indumenti fabbricate con materiali sintetici o di lana di tipo occlusivo o irritante. Ulteriori fattori irritanti sono i saponi, l’alta temperatura durante la doccia o il bagno. Il contatto con l’acqua dovrebbe essere ridotto al minimo indispensabile, si dovrebbe impiegare acqua moderatamente tiepida, per la detersione bisognerebbe utilizzare detergenti delicati con valore di pH specifici (acidificato a pH 5.5-6.0 al fine di proteggere il mantello acido della cute). Devono essere evitati anche altri fattori provocanti specifici e gli allergeni inalanti ed alimentari che sono stati individuati. Ulteriori trattamenti, sulla base della severità della malattia, comprendono l’aggiunta progressiva di diversi agenti terapeutici in maniera appropriata. Potrebbe essere indicata una combinazione di differenti agenti topici. In caso di DA di grado severo non controllata con trattamento topico, potrebbe essere necessario considerare le opzioni di un trattamento sistemico. Per una ottimale gestione della malattia è necessario una regolare supervisione medica insieme all’educazione del paziente o dei curanti ed un appropriato apporto psicosociale. In pazienti selezionati, l’ospedalizzazione potrebbe essere di grande beneficio, soprattutto in centri dotati di team con approccio multidisciplinare.

(continua…)

Epidemiologia

(continua…)