I vaccini contenenti proteine dell’uovo rappresentano potenzialmente un rischio per i bambini affetti da allergia a tale alimento. Questi vaccini includono quelli per influenza, morbillo-parotite-rosolia (la cosiddetta "trivalente"), rabbia e febbre gialla. Il vaccino per l’influenza (inclusa l’influenza suina H1N1) e la trivalente creano frequentemente preoccupazione in quanto vengono raccomandati a bambini di età inferiore ai due anni, un periodo della vita in cui l’allergia per l’uovo è molto comune.

La valutazione del rischio di anafilassi nei bambini allergici all’uovo che devono essere sottoposti a tali vaccinazione viene fatta sulla base sia dei metodi di produzione dei vaccini sia della storia clinica del paziente.

L’allergenicità dei vaccini per l’influenza varia a seconda dei metodi di preparazione con variabilità superiore a 30 volte della quantità di proteine dell’uovo presenti nei lotti. Quindi il rischio di anafilassi per il singolo paziente è spesso difficile da stabilire.

La conoscenza da parte del medico della storia di allergie (e specificatamente di allergia alle proteine dell’uovo) del paziente è fondamentale prima di somministrare un vaccino antinfluenzale. La decisione di somministrare o meno un vaccino ad un bambino con una storia di allergia all’uovo dovrebbe basarsi sulla severità dell’allergia (reazione locale, orticaria o anafilassi) e sull’indicazione clinica. Il bambino è affetto da asma o da qualche altra malattia cronica per la quale il vaccino antinfluenzale può avere un ruolo di protezione? Il bambino è ad alto rischio per l’influenza in abitazioni o nidi affollati? Se si decide che il bambino possa trarre grandi benefici dal vaccino, questo può essere somministrato in dosi graduali in luoghi dove sia disponibile l’adrenalina e l’ossigeno. Ad ogni modo, il vaccino per l’influenza dovrebbe essere vietato a tutti i bambini che hanno una storia di anafilassi da uovo.

La componente per la rosolia della vaccinazione trivalente è ottenuta su colture di fibroblasti di pollo che non contengono antigeni dell’uovo. Inoltre, la maggior parte delle reazioni anafilattiche da trivalente ed altri vaccini sembra essere dovuta all’allergia alla gelatina o alla neomicina piuttosto che alle proteine dell’uovo. Sulla base dei dati attualmente disponibili, la maggior parte dei bambini allergici all’uovo può essere vaccinata di routine con la trivalente. Anche se il vaccino contiene quantità valutabili in picogrammi o nanogrammi di proteine dell’uovo, ci sono poche evidenze che suggeriscono che tali quantità siano sufficienti per essere allergeniche. Altre componenti del vaccino sono responsabili della maggior parte delle reazioni anafilattiche da trivalente. Come per la somministrazione di ogni vaccino, l’adrenalina dovrebbe essere prontamente disponibile nella struttura clinica in quanto l’anafilassi è una complicazione rara e imprevedibile.

Il vaccino per la febbre gialla presenta il più alto rischio potenziale per reazioni allergiche in quanto viene cresciuto su embrioni di pollo omogenizzati. Contiene una quantitativo di proteine dell’uovo circa 10 volte superiore a quello del vaccino antinfluenzale. Tutti i bambini che necessitano della vaccinazione per la febbre gialla dovrebbero essere inviati da un allergologo per una valutazione.

Il vaccino per la rabbia presenta un rischio veramente basso per gli individui allergici all’uovo.

 

Letture consigliate

Safe Administration of the Measles Vaccine to Children Allergic to Eggs. James JM, Burks AW, Roberson PK, Sampson HA. N Engl J Med. 1995;332:1262-1266

Safe Administration of Influenza Vaccine to Patients With Egg Allergy. James JM, Zeiger RS, Lester MR, et al. J Pediatr. 1998;133:6240-6248

Immunization of Egg-allergic Individuals With Egg- or Chicken-derived Vaccines. Kelso JM, Yuniginger JW. Immunol Allergy Clin North Am. 2003;23:635-648

Prevalence of Anti-gelatin IgE Antibodies in People With Anaphylaxis After Measles-Mumps-Rubella Vaccine in the United States. Pool V, Braun MM, Kelso JM, et al. Pediatrics. 2002;110:e71

 

Riferimenti: Dr. Nicola Verna   Info: n.verna@tiscali.it   Telefona gratis: 085/65360

custom counter