Uno studio di farmacogenetica condotto a Brighton e Dundee, nel Regno Unito, su 62 bambini con asma scarsamente controllata, ha dimostrato che i portatori della variante genetica Arg 16 del recettore per i farmaci beta-2-agonisti reagiscono in maniera non ottimale al Salmeterolo.

Il Salmeterolo è, attualmente, il farmaco preferito per i bambini in cui l’asma non può essere controllato con i soli steroidi per via inalatoria in quanto ha avuto i migliori risultati nelle sperimentazioni su larga scala. Nei bambini dello studio inglese il montelukast ha dato risultati migliori in termini di riduzione della “difficoltà respiratoria”, della tosse, dei giorni di assenza da scuola e dell’utilizzo di broncodilatatori al bisogno. Se la scoperta verrà confermata, i test genetici potrebbero contribuire a “personalizzare” i trattamenti farmacologici.

Riferimenti

Lipworth BJ, Basu K, Donald HP, Tavendale R, Macgregor DF, Ogston SA, Palmer CN, Mukhopadhyay S. Tailored second line therapy in asthmatic children with the arginine-16 genotype. Clin Sci (Lond). 2012 Nov 5.