Per le persone obese con allergie potenzialmente fatali (shock anafilattico), gli aghi degli autoiniettori dell’adrenalina potrebbero essere troppo corti per essere efficaci. E’ quanto sarebbe emerso da un recente studio pubblicato su The American Journal of Emergency Medicine da alcuni ricercatori dell’Ohio negli Stati Uniti. L’adrenalina, infatti, funziona meglio quando viene iniettata nel muscolo. Quando viene iniettata nello strato di grasso della pelle richiede più tempo per raggiungere il flusso sanguigno.

Se l’ago dell’iniettore non è abbastanza lungo per raggiungere il tessuto muscolare, il tempo necessario perché l’adrenalina raggiunga il torrente circolatorio potrebbe ridurre le chance di sopravvivenza delle persone che sono colpite da reazioni anafilattiche gravi.
In una persona allergica al veleno di ape, la puntura dell’insetto può causare la morte in 15 minuti. Lo studio ha dimostrato che l’adrenalina arriva nel sangue, in media, dopo 8 minuti da quando è somministrata nel muscolo ma, tale tempo si allunga a 34 minuti, se somministrata nello strato di grasso della pelle.
L’ago più lungo degli auto-iniettori di adrenalina disponibili in commercio ed analizzato dai ricercatori ha una lunghezza di 16 millimetri. Il 31% dei 120 pazienti giunti al Pronto Soccorso ed arruolati per lo studio aveva uno strato di grasso più spesso di 16 mm intorno alla coscia (sede di iniezione preferenziale dell’adrenalina) a causa dell’obesità.
I risultati sono ancora “ipotetici”, dal momento che i ricercatori non hanno effettuato lo studio su persone con attacchi di allergia per vedere l’efficacia degli iniettori.

Dallo studio sarebbe emerso che ci sarebbe bisogno di una lunghezza dell’ago di 18 mm per far sì che il farmaco arrivi nel muscolo nel 95% degli uomini e di 35 millimetri perché avvenga lo stesso nel 95% delle donne. Di contro, aghi di 35 mm potrebbero arrivare all’osso e diventare potenzialmente pericolosi per alcune persone.

Una soluzione potrebbe essere quella di avere una più ampia varietà di formati dell’ago o di un iniettore automatico che regola automaticamente la lunghezza dell’ago durante l’inserimento.

Riferimenti

Bhalla MC, Gable BD, Frey JA, Reichenbach MR, Wilber ST. Predictors of epinephrine autoinjector needle length inadequacy. Am J Emerg Med. 2013 Oct 4.