Che cosa è il polline?

I pollini sono piccoli “corpuscoli” sferoidali rilasciati da piante con i fiori (Gimnosperme e Angiosperme) trasportati dal vento o dagli insetti. Servono per l’impollinazione di altre piante dello stesso tipo a fini riproduttivi. Quando i granuli pollinici sono sospesi nell’aria possono venire in contatto con gli occhi, il naso e i polmoni causando reazioni avverse nelle persone allergiche.

I sintomi delle allergie respiratorie da pollini possono essere la rinite, la congiuntivite e l’asma.

I pollini che vengono sparsi dal vento sono quelli responsabili delle allergie mentre, i pollini trasportati dagli insetti come le api, generalmente, non scatenano reazioni allergiche. In via generale possiamo dire che le piante con fiori di colori sgargianti e vivaci come le rose sono impollinate dagli insetti e non causano allergie in quanto i loro pollini non sono presenti nell’aria. Le piante responsabili di allergie respiratorie, generalmente, non sono coltivate, sono molto meno appariscenti e producono grandi quantità di pollini di dimensioni comprese da i 5 ed i 200 micron.

Come faccio a sapere se sono allergico ai pollini?

Un Allergologo può aiutare a determinare se si è affetti da allergie da pollini (pollinosi) individuando anche a quali tipi di pollini derivanti da alberi o erbe si è allergici. Questo si realizza attraverso test allergologici sia cutanei, sia di laboratorio (dosaggio delle IgE specifiche). I test allergologici sono utili per predire i periodi dell’anno in cui si hanno maggiori probabilità di comparsa dei sintomi di allergia al fine di prevenirli e trattarli con l’immunoterapia specifica.

Riferimenti

EAACI – Spring and Pollinosis