Gestire la quotidianità delle persone con allergia alimentare è molto difficile. Fare in modo che i pazienti con allergia alimentare abbiano una dieta sicura (priva di allergeni), varia, equilibrata e che non li faccia sentire dei “diversi” è una responsabilità che ricade spesso sulle mamme. Alcuni libri possono essere di aiuto ma, la condivisione delle proprie esperienze può rappresentare un modo economico e più rapido per reperire informazioni preziose in grado di migliorare la qualità della vita dei pazienti con allergia alimentare.

Ci si augura, pertanto, che lo spazio messo a disposizione diventi, attraverso la condivisione, una fonte di ricette, ad esempio, per torte e biscotti privi di latte ed uovo per pazienti allergici a tali alimenti.

L’autore del blog non assume alcune responsabilità a proposito dei contenuti di tale spazio che è affidato liberamente agli utenti. Questi ultimi si assumono la piena responsabilità dei contenuti pubblicati e sono, pertanto, invitati a prestare la massima attenzione nell’utilizzo dello spazio sia come autori che come lettori.

Si ringrazia, sin d’ora tutti coloro che vorranno collaborare.

Consulta o inserisci le ricette

 

 

 

 

 

 

 

 



10 Commenti to “Ricette per gli allergici”

  1.   martina dice:

    salve,
    sono allergica al lattice,al nickel,gomma,tacchino sà consigliarmi una cura a parte il cortisone?
    è possibile che non hanno ancora inventato un vaccino??

  2.   Blog Admin dice:

    Gentile Lettrice,
    Il gran numero di allergie di cui riferisce e la mancanza di dati clinici non consente di darle un consiglio. La complessità del caso rende necessario un inquadramento da parti di un collega Allergologo che saprà darle le indicazioni più appropriate per il singolo problema.
    Cordiali saluti,

    Dr. Nicola Verna

  3.   Buccino dice:

    Dott.Verna, complimenti per la Vs. iniziativa; mio figlio e allergico all’Augmentin, e imbarcato come allievo ufficiale e non hanno medicinali che sostituiscono il farmaco sopramenzionato – A bordo hanno APLITAL… PUO’ ASSUMERLO AL …. rngraziandovi in anticipo sulla vs. gentile risposta colgo la occasione per inviarvi i ns. migliori saluti.
    Buccino.

  4.   Buccino dice:

    Dr., scusi, aplital… Si deve lggere Amplital; (sembra che abbia pennicilina e non sappiamo, avendo fatto prove allergiche, a cosa sia realmente allergico… Rinnovo i ns. complimenti per il Vs sito e Saluti.

  5.   Blog Admin dice:

    Gentile Lettore,
    L’ipersensibilità all’amoxicillina (principio attivo dell’Augmentin) sconsiglia la somministrazione di tutti gli antibiotici beta-lattamici, inclusa l’ampicillina, principio attivo dell’Amplital. Consiglierei di chiedere un consulto Allergologico per il figliolo, una volta a terra, per valutare la possibilità di assumere antibiotici alternativi in sicurezza.
    Cordiali saluti,

    Dr. Nicola Verna

  6.   Lia dice:

    Salve dottor Verna
    è da poco che ho scoperto facendo dei test di essere allergica al nichel a al balsamo del perù e alla parafenilendiammina … questo mi provoca l’orticaria che nn so il perché ma esce solo la sera .. e la mattina come è venuta scompare … sto prendendo sotto consiglio medico da 4 mesi telfas da 180/ mezza pasticca la mattina e una intera la sera… sono molto scrupolosa e attenta a quello che mangio avendo una tabella di cose da evitare uso cotone e rigorosamente colori chiari e a contatto sulla pelle solo bianco … dopo 4 mesi mi ritrovo ancora con prurito dietro la schiena e la sera con orticaria… non eccessiva ma c’è
    cosa devo fare??? nn le nego che sono sconfortata e provata da questa situazione
    la ringrazio anticipatamente grazie Lia

  7.   Blog Admin dice:

    Gentile Sig. Lia,
    La persistenza della sintomatologia malgrado l’osservanza dell’evitamento delle sostanze cui è sensibile è la terapia antistaminica consiglia una rivalutazione da parte del suo specialista di fiducia per valutare la possibilità di altre cause responsabili della sintomatologia e considerare la possibilità della diagnosi di orticaria cronica (http://verna.blog.tiscali.it/2011/03/01/orticariaangioedema/).
    Cordiali saluti,

    Dr. Nicola Verna

  8.   Andrea dice:

    Gentile dott. VERNA,recentemente (ho 52 anni) essendo gia asmatico su base allergica da anni (acari graminacee e ulivo) ho notatato una pa rticolare a volte abnorme allergia a determinati nuovi profumi messi in comercio.profumi cosmetici soprattutto femminili.Non tutti per fortuna!dagli ingredienti di uno di questi in particolare ho cercato di fare ipotesi sulla sostanza sospetta,ma….sono troppi i diversi componenti!!
    Domanda:esiste un centro specializzato in Italia dove rivolgermi anche privatamente per testare questi inalanti chimici!?so che l Unione europea in uno studio su questo argomento ha definito una lista di 26 principali allergizzanti sostanze inalatorie presenti nei profumi.
    Spero in una sua gentile risposta ai fini di capire in quale direzione muovermi per almeno oggettivizzare un problema che mi sta rendendo molto difficile la vita,soprattutto quella professionale!!
    Grazie
    Andrea

  9.   Valerio dice:

    Salve Dr. Verna,
    sono un 45enne alla ricerca di informazioni su sindrome di Samter diagnosticatami dopo operazione di poliposi in settembre 2016.
    Non ho mai sofferto di nulla e condotto una vita attiva all’aria aperta(mtb alpinismo trial running). A seguito di un piccolo raffreddore, iniziato ad aprile2016, non avendo risoluzione a maggio, ho deciso x una visita da ottorinolaringoiatra dove mì è stato diagnosticata la poliposi.
    Ora ho problemi d’asma e tosse ma ho ricevuto solo infomazioni generiche x eliminare l’assunzione di aspirina e Fans e limitare i salicilati sui cibi, causa del mio problema. Le chiedo se sarebbe così gentile ad aiutarmi eventualmente segnalandomi articoli o siti web che trattano il problema.
    La ringrazio

  10.   Blog Admin dice:

    La sindrome di Samter-Widal è una rara triade sintomatologica caratterizzata da rinite, asma ed ipersensibilità all’aspirina (ed ai farmaci anti-infiammatori non steroidei – FANS – in genere). Non ho trovato materiale informativo in italiano su internet al di fuori della letteratura scientifica da consigliarle.
    Essa necessita di visite periodiche per la valutazione dell’asma e della possibilità di sviluppare poliposi nasali da parte di allergologi, pneumologi ed otorinolaringoiatri che sapranno consigliarla per il meglio.
    Cordiali saluti,

    Dr. Nicola Verna

Lascia un commento

Codice di sicurezza: